Luna

La luna : musa ispiratrice

 

Da sempre amica  e musa di  amanti, maghi e poeti,  la  luna ispirò a Debussy la musica per le parole di  Paul Verlaine nella poesia  'Claire de lune' .

Sorella del Sole, figlia dei titani Tia ed Iperione, la Luna rivelò da subito un carattere variabile e, appunto,  'lunatico'.

Pertanto si distinsero in essa  tre personalità :

- Selene, ossia la luna piena, placida e sensuale

- Artemide, ossia la luna crescente, cacciatrice energica di prede

- Ecate, ossia la luna 'nuova' o  'nera', malinconica, riflessiva, legata alle arti magiche e al regno delle Ombre

Una e trina, la luna governa da sempre nascite, morti, maree, flussi, crescite, raccolti e umori e  predilige gli amanti, cullandoli e facendoli vivere  sognanti come se fossero 'sulla luna'  ossia come "staccati dalla realtà".